La carbossiterapia (CarboMax) utilizza anidride carbonica (CO2) a fini terapeutici.

La CO2 è un gas che somministrato in ambito tessutale attraverso un netto miglioramento dell’ossigenazione e una stimolazione delle cellule muscolari lisce arteriolari favorisce un’attivazione del microcircolo e quindi una migliore biostimolazione ed un’ottimizzazione della tonificazione dei tessuti.

 

EFFETTI BIOLOGICI

Questa metodica trova applicazione in diverse condizioni patologiche:

  • Circolatorie: trattamento delle ulcere tramite potenziamento del microcircolo;
  • Lipolitiche: attraverso l’ossidazione degli acidi grassi (lipolisi distrettuale) possiamo agire sia sulla cellulite di recente insorgenza che sull’adiposità localizzata;
  • Tonificazione tissutale in particolare della cute di collo e viso con miglioramento dell’elasticità cutanea e del ringiovanimento del derma.

 

CAMPO DI APPLICAZIONE

Angiologia

  • Insufficienza venosa cronica
  • Ulcere distrofiche su base venosa
  • Ulcere ischemiche su base arteriosa
  • Morbo di Buerger
  • Arteriopatia diabetica

               Medicina Estetica

  • Cellulite
  • Smagliature
  • Adiposità localizzata

                  Dermatologia

  • Psoriasi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *